L’infedeltà coniugale di Mario – I casi risolti
Casi risolti
L’infedeltà coniugale di Mario – I casi risolti

L’infedeltà coniugale è una delle prove più complicate da affrontare. Ma se sospetti un tradimento del tuo partner, non disperare! Rabbia e frustrazione verranno dopo: intanto devi assicurarti che i tuoi timori siano fondati. Come fare? Senz’altro il consiglio è di non improvvisarti investigatore dilettante: rivolgiti piuttosto al professionista. Un’indagine di infedeltà coniugale è molto più complicata di quanto tu possa pensare. Occorrono gli strumenti adeguati, tanta pazienza e la prontezza che solo l’esperienza può dare. Perciò Leonardo è l’agenzia investigativa che fa al caso tuo.

Solo affidandoti a noi, inoltre, sarai certo/a di poter utilizzare le prove raccolte in sede di giudizio.

Se vuoi sapere come si svolge un’indagine d’infedeltà coniugale, di seguito trovi un esempio di caso da noi risolto. Ovviamente nomi, luoghi e avvenimenti sono stati modificati a tutela della Privacy degli interessati. Qualunque riferimento a fatti, luoghi e persone esistenti o esistite è puramente casuale.

 

Marito indifferente = tradimento?

È già da un po’ che Giulia ha notato cambiamenti nel comportamento del marito. Mario non la guarda più come prima, è remissivo, poco presente, si fa scivolare tutto addosso senza battere ciglio. Insomma, che sia in casa o no è la stessa cosa. Eppure una volta non era così: era pieno di attenzioni, appena finito il lavoro correva a casa, cercava di passare più tempo possibile in famiglia ed era molto presente nella vita di Giulia e dei suoi figli. Tutte le coppie affiatate fanno la stessa fine?

La donna si è quasi abituata ai “nuovi orari” e all’indifferenza del marito, finché un giorno non incontra al supermercato una vecchia amica, che le racconta di aver visto Mario con la nuova compagna. Il sangue nelle vene si ghiaccia, il viso diventa rosso. Sarà una menzogna? L’amica è sempre stata gelosa del suo rapporto con il marito! O si tratta forse di una scambio di persona? Giulia fatica a respirare, non riesce a capire se ciò che prova è rabbia o vergogna. Solo di una cosa è certa: se potesse lascerebbe il carrello della spesa lì dov’è e correrebbe via.

L’amica si accorge del dolore che le ha causato e si affretta a spiegare. Sono più di due mesi che vede Mario ogni giovedì nello stesso ristorante, che lei frequenta per la consueta cena fra amiche. Giulia raccoglie le forze e chiede tutti i particolari: nome del ristorante, orario, aspetto della compagna, e anche se prendono sempre lo stesso tavolo. Raccolte le informazioni, saluta l’amica e va via. Nel tragitto fino a casa ripensa più volte alla malafede o ad una svista dell’amica ma ormai il dubbio c’è e decide di andare fino in fondo. Arrivata a casa per prima cosa accende il computer e cerca un’Agenzia Investigativa a Roma.

Entra in contatto con noi e le fissiamo un appuntamento per il pomeriggio stesso. Ci espone i fatti, e confida che il marito non fa tardi solo il giovedì ma anche il lunedì e il martedì, anche se è probabile che in quei giorni resti davvero al lavoro. Presentiamo a Giulia le diverse strategie adatte ai casi di infedeltà coniugale, tra cui sceglie la più economica. Vorrà dire rimanere in dubbio fino al giovedì della settimana successiva, ma è un momento di crisi e non può spendere di più. Ci accordiamo allora per un pedinamento del marito dalle ore 20.00 (dovrebbe arrivare al ristorante intorno alle 20.30, a sentire l’amica) fino alle 24.00 (di solito torna a casa verso le 00.30).

 

L’appostamento al ristorante

Alle 20.20 circa arriva l’auto di Mario, dalla quale scendono sia lui che la presunta amante. Li vediamo entrare mano nella mano nel ristorante, e la scena viene immortalata senza destare sospetti. Durante la cena abbiamo modo di vedere che, purtroppo, il timore di Giulia era più che fondato: i due si baciano spesso e si scambiano tenere effusioni per tutta la sera. Alle 22.00 gli amanti escono dal ristorante e ripartono in auto. Li seguiamo fino ad una strada dove notoriamente le coppie cercano “intimità”.

Alle 23.40 la vettura riparte. Mario accompagna l’amante a casa, e poi torna dalla moglie. Noi seguiamo l’auto nei vari spostamenti, non visti. Il servizio si chiude alle 00.10 con Mario che entra nel portone. La moglie passa una notte insonne, e quando il marito rincasa lei finge di dormire per non destare sospetti. Giulia, saggiamente, preferisce aspettare la mattina seguente, quando potrà visionare la nostra relazione corredata di prove fotografiche.

L’appuntamento è fissato per le 11.00, e Giulia si presenta con qualche minuto di anticipo. Le raccontiamo quello che abbiamo visto e rilasciamo le prove, Giulia ci ringrazia e ci confida che – a fronte di un sincero pentimento – forse perdonerà il marito.

Gli altri racconti di infedeltà coniugale risolti da Leonardo International Investigation:

 

 

Torna alla Home page

Desideri maggiori informazioni dalla nostra agenzia investigativa? Contattaci

next